L'Italia, il paese dei furbi

Stamattina ho avuto la sfortunata occasione di avere un incontro ravvicinato con le forze dell'ordine di questo paese e come spesso capita sono rimasto assolutamente allibito.
Reputo l'accaduto assolutamente sconveniente, forse al limite dell'illegale, e mi sento come al solito il cittadino onesto che se lo prende in quel posto per il fatto di essere onesto mentre i soliti furbi la fanno franca. In questo paese ormai il rispetto và ai furbi e non alla persone perbene mi sà, ma tant'è.
Ora vi racconto la storia (i dialoghi non sono perfetti ma posso giurare che la sostanza è assolutamente veritiera)

Me ne venivo bellin bellino a lavoro come tutte le mattine passando per Campi Bisenzio, poi via Lucchese e quindi mi trovavo difronte, come spesso capita, a un muro di auto. A questo punto, vista l'ora tarda decidevo di prendere via Ebro e tagliare dentro Osmannoro.
Incosciente che l'infausto destino mi attendeva e coscente del ritardo prendevo via Volga fino infondo dove sulla curva da dietro un camioncino spuntava un vigile e mi guardava allontanarmi.
Alquanto perplesso, anche perchè l'agente non mi ha mostrato la paletta, decidevo di tornare indietro perchè magari il vigile aveva notato qualcosa che non andava ed era meglio saperlo ed essere onesti che andarsene facendo finta di nulla così appena possibile tornavo indietro, parcheggiavo e andavo dal vigile medesimo.

IO: "Salve agente qualche problema?"
PM (Polizia Municipale): "Si qui la strada, negli orari in cui è aperto il cancello in via Santa Croce dell'Osmannoro, è a senso unico"
IO: "Ah, sinceramente avevo notato il cartello che diceva che chiudete il cancello ma mai quello del divieto di sosta, per altro la segnaletica orizzontale dice che si può seguire questa direzione per cui non mi ero mai posto il problema"
PM: "Patente e libretto le faccio il verbale"
IO: "Ok, ma scusi se non tornavo indietro che succedeva ?"
PM: "Niente"
IO: "E allora mi scusi, sono tornato indietro per onestà e mi fà il verbale?"
PM: "Ormai si è fermato le faccio il verbale"
IO: "Ok"

Infondo ho sbagliato e và bene così, pagherò ormai mi ero rassegnato ma qui sopraggiunge la beffa sul danno! La vigilessa a cui il vigile mi passa comincia a farmi il verbale (e fin qui ci posso stare alla fine ho sbagliato) 38€ di multa.. e poi vedo (e mi fà notare lei) 10,15€ di notifica. Al che:

IO: "Mi perdoni ma che sono 10,15€ di notifica, sono anche tornato indietro per farmi fare la multa e lei mi mette 10,15€ di notifica?"
PM2: "Eh si, perchè noi dobbiamo mandare a casa del Sig. V.T. la multa in quanto proprietario del veicolo"
IO: "Mi scusi, a parte che V.T., è mio padre e abitiamo sotto lo stesso tetto, ma la multa l'ha fatta a me che c'entra notificarla a lui?"
PM2: "Eh la legge dice così!"
IO: "Mi pare una legge fatta male se è vero, si può dire ?"
PM2: "Lei può dire quello che vuole, buona giornata"

Becco... Bastonato e senza parole... la prossima volta ci penserò 2 volte prima di fermarmi... infondo in questo paese non è la gente che dice di farsi furba sono i tutori della legge che ce la portano.Comunque fra poco chiamo il comando della polizia municipale e voglio proprio sentire che mi dicono.

Stay tuned